Video promozionale per Piranha Style4Sport

Come ho già scritto in un post precedente, spesso il fattore budget è quello che maggiormente condiziona le scelte di comunicazione dei clienti, questo però non deve essere fattore di rinuncia ad un progetto o idea poiché la ricerca di soluzioni alterative la si può trovare, basta solo ingegnarsi!

 

Piranha Style4Sport è un nuovo ufficio stile e ricerca che si occupa di creazioni grafiche per lo sport ed il tempo libero.

L’idea iniziale per la promozione era quella di fare una serie di piccoli video/spot che raccontassero il leitmotiv principale dell’azienda: dinamicità, giocosità, ricerca di stile e materiali che passano dalle tendenze moda e si adattano allo sport ma come tutti i migliori sogni ci siamo dovute confrontare con un budget che non permetteva certo un investimento iniziale altissimo.

Dopo varie riunioni, caffè, liquirizie e gomme da masticare (per fortuna non siamo tabagiste!), siamo arrivate ad una conclusione ( o compromesso): fare uno spot in stop-motion che permettesse di illustrare i servizi offerti e allo stesso tempo dare il senso della freschezza e dinamicità peculiare di Piranha Style4Sport.

Lo STOP-MOTION
È una tecnica di ripresa cinematografica utilizzata soprattutto per le animazioni di personaggi in plastilina e per la creazione di cartoni animati: la difficoltà della tecnica dipende soprattutto dall’effetto visivo finale che vogliamo ottenere; più fotogrammi utilizzeremo per far muovere qualcosa, più fluido e preciso sarà il risultato.

Noi volevamo ottenere qualcosa che trasmettesse principalmente il concetto di “idea estemporanea” come spesso possono essere i primi bozzetti durante un lavoro e allo stesso tempo anche qualcosa di semplice che non implicasse movimenti di macchina troppo difficili.

PRIMO STEP: LO STORYBOARD
Il primo passo per iniziare il lavoro è stato quello di preparare uno storyboard, sia per chiarirsi le idee su ciò che volevamo raccontare, sia per studiare bene le criticità e le fattibilità del caso.
Senza di questo direi che è quasi impossibile fare qualsiasi progetto, figuriamoci un video in stop-motion!

SECONDO STEP: IL SET
Il successivo è stato quello di preparare il set, posizionare la macchina fotografica e le luci: dopo varie false partenze, siamo riuscite a trovare la giusta alchimia per iniziare a scattare.
Le fasi successive alle riprese sono state quella del ritocco fotografico,della messa a dimensione delle immagini per mantenere il formato video in HD e alla fine del montaggio video.
Inizialmente avevamo pensato a qualcosa di molto fluido, ma riguardando il lavoro abbiamo visto che perdeva in “freschezza”, allora abbiamo deciso di tagliare fino ad arrivare ad un solo minuto di video.

 

[youtube url=”http://youtu.be/kJ0feebgkFg” width=”500″ height=”350″ full=”no” ]

Il risulato finale potete valutarlo con i vostri occhi, noi facciamo un grandissimo in bocca al lupo a Piranha e come sempre siamo aperte a critiche e consigli che ci aiutino a migliorare.
Fateci sapere!

Saluti
Roberta Dalla Valle

PS: le aziende dovrebbero ricordarsi di dare sempre un’idea di “professionalità” quando si presentano; con l’avvento di nuovi media (facebook, twitter, youtube ecc…) è facile cadere nell’inganno che tutti possano fare strategie di marketing: una cosa è una pagina personale, un’altra è una pagina aziendale… evitate almeno di postare gattini e cani!